Cambio Euro Sterlina oggi 22 Novembre: moneta unica in recupero

Torna a guadagnare qualcosina la valuta comunitaria nella seduta odierna di mercato. La coppia EUR/GPB apre a 0,8507. Minimo e massimo toccati nella giornata rispettivamente 0,8496 e 0,8558. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,8545, in lieve rialzo dello 0,45%. Gli analisti non escludono però una nuova pericolosa discesa sotto la soglia 0,8490. Ad ogni modo, gli indicatori tecnici segnalano l’acquisto per il breve periodo e sul mensile. Incerta la situazione per il medio termine. La condizione dell’asset rimane precaria e solo un forte ipervenduto potrebbe impedire un nuovo cedimento.

Cambio Euro Sterlina oggi 22 Novembre moneta unica in recupero

Brexit: i milionari del Regno Unito calano del 15%

Mentre il gruppo dei ricchissimi aumenta nel mondo, soprattutto in territori come Giappone, USA e Germania, i paperoni inglesi cominciano a subire l’effetto Brexit.

In particolare, è il crollo della Sterlina negli ultimi mesi ad aver danneggiato il patrimonio del 15% dei milionari britannici.

L’indagine, condotta dalla banca svizzera Credit Suisse, attesta un calo di 1.500 miliardi di dollari sui patrimoni inglesi. A partire proprio da Giugno 2016.

In ambito finanziario, il mercato azionario, dal giorno del referendum, si è ripreso praticamente del tutto. Ma lo stesso non si può dire del mercato valutario, dove le condizioni del Pound rimangono instabili e soprattutto incerte. La stessa incertezza che pesa sui termini del divorzio tra Londra e Bruxelles.

A livello globale, il Paese che ha registrato la maggiore crescita di ricchezza è stato il Giappone, con un +19%. In calo invece anche i patrimoni italiani, che scendono dell’1,1%.

Nel frattempo, si fa sempre più forte l’ipotesi che il Regno Unito possa diventare il nuovo paradiso fiscale per le imprese, grazie al calo delle tasse. Theresa May vorrebbe infatti abbassare la corporate tax dal 20 al 15%. E favorire gli investimenti innovativi.

UK: il primo ministro se la prende comoda

Theresa May è nel mentre tornata a parlare della strategia del governo per un’uscita indolore dall’Europa. Il primo ministro britannico, in merito, ha dichiarato che:

L’approccio corretto è di non affrettarsi a fare il lavoro di base, ma al contrario prendere tempo per rendere chiara la nostra posizione negoziale prima di proseguire“.

La May rassicura gli imprenditori e promette che l’accesso al mercato unico non verrà perduto. Sembrerebbe dunque che, pian piano, il ministro stia dando ascolto all’opinione pubblica, per lo più a favore di un accordo transitorio. Con l’obiettivo di non arrivare alla tanto temuta Hard Brexit.

Cambio Euro Sterlina pertanto caratterizzato dalla debolezza delle due valute. UE e UK rimangono alle prese con difficili problemi interni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*