Cambio Euro Sterlina oggi 31 ottobre: Pound sale

Moneta unica in calo contro il Pound britannico e il biglietto verde nella seduta odierna di mercato. A pesare sulla valuta europea il rilascio dei dati sul PIL dell’Eurozona. Crescita invariata. Leggero rialzo per l’inflazione. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,9004, giù dello 0,13%. Moneta unica in calo anche contro lo Yen. Pound respira, ma non accelera. Investitori sulla difensiva dopo che Mark Carney ha dichiarato che rimarrà in carica fino alla fine del mandato. Borse complessivamente deboli, soprattutto quelle europee.

Cambio Euro Sterlina oggi 31 ottobre Pound sale

Cambio Euro Sterlina: il report sul PIL UE

Il report dell’Eurostat attesta una crescita del PIL dell’Eurozona pari a all’1,6% su base annua. Stesso risultato del trimestre aprile-giugno. Su base mensile, luglio agosto e settembre hanno visto un aumento dello 0,3% con una lettura invariata dal trimestre precedente.

Indice dei prezzi al consumo su dello 0,5%. L’indice IPC core è invece aumentato dello 0,8%. Complessivamente, tutti i dati rispecchiano le previsioni degli analisti.

Investitori ed economisti concentrati in particolare sull’inflazione, ancora sotto il 2%. Non è stato dunque raggiunto l’obiettivo della BCE. Ciò fa presupporre che nella riunione di Dicembre Mario Draghi confermi l’estensione del piano QE oltre Marzo 2017.

A pesare sulla quotazione della moneta unica anche la ripresa del Dollaro, sostenuta invece dai dati più confortanti sul Prodotto Interno Lordo statunitense. Tuttavia, la riapertura delle indagini sulle email di Hillary Clinton ha rigettato nell’incertezza l’esisto delle elezioni presidenziali.

La situazione generale odierna permette al Pound britannico di prendersi una piccola rivincita. Tuttavia, i mercati pressano ancora la valuta inglese, sostenendo l’acquisto dell’asset EUR/GPB nel medio e lungo periodo.

Regno Unito: Mark Carney non si dimette

La giornata è iniziata con i fari puntati sulla banca centrale d’Inghilterra. Nelle prime ore del mattino si è fatta strada con insistenza l’ipotesi di un Mark Carney, numero uno dell’istituto, pronto a deporre le armi contro Theresa May.

Tuttavia, con il passare delle ore, la posizione del banchiere è stata chiarita. Carney vuole terminare il proprio mandato, nonostante l’infinita lotta con il Primo Ministro.

C’è alta tensione tra la Banca e il Governo, e ciò non aiuta la valuta britannica a riprendere fiato sui mercati. La May, da parte sua, continua a pressare l’istituto affinché la politica monetaria del Regno Unito prenda una direzione differente da quella attuale.

Gli analisti sembrano concordi che per il Cambio Euro Sterlina non ci saranno sorprese per l’imminente futuro. L’asset continuerà a salire. Almeno fino all’annuncio ufficiale della vera Brexit.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*