Carburanti, nuova impennata dei prezzi: benzina sopra 1.90 euro al litro

Come previsto da alcune associazioni di consumatori, nel periodo pre-Pasquale è arrivato un nuovo aumento del costo medio della benzina. La verde infatti ha superato la soglia di 1.90 euro al litro, in diverse stazioni di servizio, mentre non vengono segnalati aumenti per quanto riguarda il diesel, che sfiora 1.80 euro al litro. Un aumento che potremmo definire quasi scientifico, se pensiamo che nel weekend di Pasqua saranno comunque tanti gli italiani che si sposteranno in auto, chi per l’intero fine settimana, chi solo per la consueta gita fuori porta del Lunedi di Pasqua, conosciuto anche come Pasquetta. Dicevamo, continuano ad aumentare i prezzi, ma sopratutto non c’è nessun segnale di diminuzione, quantomeno per il gasolio, che nel mercato internazionale ha visto diversi cali nei giorni scorsi. Aumenta la media nazionale della verde, che si attesta sopra 1.90 euro al litro, ma aumenta anche il prezzo del metano, giunto a 0.95 euro/kg; sono invece stabili i prezzi di diesel e Gpl. Rialzi che si fanno sentire ancora di più nel Centro Italia, dove con le accise regionali, il costo dei carburanti è lievitato in maniera esponenziale negli ultimi mesi. La Coldireetti evidenzia come i nuovi aumenti del carburante, favoriranno gli spostamenti a breve raggio, dunque con un vero e proprio boom di presenze negli agriturismi, preferiti dunque a mete più lontane e dunque più dispendiose da raggiungere in auto.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*