Carburanti, nuovo picco dei prezzi: salgono benzina e diesel

Non ci sono buone notizie per i tanti automobilisti italiani che in queste ore si stanno mettendo in coda ai distributori per rifornire le proprie vetture: infatti a partire da domani, ci sarà uno sciopero dei benzinai, che vedrà chiudere fino a venerdì i distributori di carburante. Dunque sono in molti che per timore di restar senza carburante, hanno affollato le pompe di benzina, trovando una pessima sorpresa: i prezzi dei carburanti erano aumentati. In questi giorni, prima del fine settimana, a causa dell’alluvione che aveva colpito la scorsa settimana alcune zone della Liguria e della Toscana, il Consiglio dei Ministri aveva prudentemente rialzato le accise di 0.9 centesimi di euro, per stanziare nuovi fondi a favore di queste zone colpite dall’alluvione. Un aumento comunque giustificato da una emergenza straordinaria, ciò che non è giustificato è l’arrotondamento di alcune catene di distribuzione. Infatti alcune compagnie hanno presentato prezzi alla pompa “ritoccati“, ovviamente verso l’alto, sfruttando l’aumento delle accise. Ciò ha portato dei prezzi a livelli mai raggiunti fino ad ora: al Sud – secondo Quotidiano Energia – alcuni distributori facevano segnare prezzi vicini all’1.7 euro per la verde (1,694 euro al litro) e di 1,575 euro al litro per il diesel.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*