Cgil, Camusso: “Marchionne discuta con noi piano industriale”

Susanna Camusso, è stata intervistata a “Che tempo che fa” da Fabio Fazio, dopo l’elezione a segretario della Cgil. La leader sindacale non ha risparmiato attacchi e frecciatine all’a.d. Fiat, Sergio Marchionne. Prima stoccata sulle congratulazioni: Marchionne nei giorni scorsi aveva detto di aver fatto i complimenti alla Camusso per la sua nomina a segretario della Cgil, complimenti però smentiti dalla Camusso. “Forse le congratulazioni le ha mandate a Detroit e ha sbagliato indirizzo, perché non ne abbiamo trovato traccia”. A questo punto la leader Cgil parla della questione Fiat, la più pesante da affrontare al momento. “Vuole l’azienda davvero discutere con le organizzazioni sindacali del piano industriale? Non può essere che ogni organizzazione sindacale stacca un bigliettino e chiede a Marchionne se per qualche minuto ci può vedere e ci può dire delle cose. Io riparto da qui: discutiamo davvero di questo piano industriale e di quali prospettive ci sono. Poi si potrà anche discutere dell’organizzazione degli stabilimenti e dei turni. Ma finchè non si parla del piano industriale è difficile parlare del resto”. La Camusso lancia anche una proposta: “noi continuiamo a pensare due cose: che sarebbe bene che il governo apra un tavolo sulla questione Fiat chiamando tutti a discutere sul futuro di questo piano e che, se la Fiat incontra i sindacati, incontri tutte le organizzazioni di categoria“. E’ chiaro che la Camusso vuole dare una scossa alla situazione Fiat, anche perchè i rapporti fra l’azienda del Lingotto e la Fiom, la parte Cgil del settore metalmeccanici, sono pessimi, e vanno ricostruiti.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*