Chrysler rimborsa il prestito ai governi di Usa e Canada

Ottima notizia per l’azienda automobilistica americana Chrysler, attualmente controllata per il 46% dalla Fiat. Infatti la Chrysler ha rimborsato il prestito da 7.6 miliardi di dollari ai governi di Usa e Canada. La notizia è stata resa nota dalla stessa azienda americana tramite comunicato ufficiale. “Il gruppo ha rimborsato completamente il prestito originale con più di sei anni di anticipo rispetto alle scadenze fissate, insieme al pagamento degli interessi”. Molto soddisfatto Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat e Chrysler. “Meno di due anni fa ci siamo impegnati a rimborsare i contribuenti americani e canadesi e oggi manteniamo la promessa. Il prestito ci ha dato una rara seconda opportunità per dimostrare che le persone di questa società possono raggiungere risultati”. Un recupero quasi da record per la Chrysler, che deve sicuramente ringraziare l’ingresso nella società di Fiat e del nuovo amministratore delegato Sergio Marchionne. La notizia è stata accolta molto positivamente anche dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. “E’ un segnale che l’industria dell’auto si sta riprendendo, l’annuncio arriva con sei anni di anticipo rispetto alle scadenze e solo due anni dopo l’uscita dall’amministrazione controllata. Consente a Chrysler di costruire sul proprio progresso e continuare a crescere mentre l’economia si riprende”. Anche le Borse hanno reagito positivamente a questa notizia, facendo segnare dati positivi in particolare per i titoli collegati al mondo Fiat.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*