Click Day, oltre 400mila domande per per regolarizzare i lavoratori extracomunitari

E’ partito il click day: si tratta dell’invio delle domande per la regolarizzazione dei cittadini extracomunitari, che in questo modo potranno entrare o restare in Italia per motivi di lavoro, subordinato o autonomo. Ed è stata una partenza incredibile: già alle ore 8, i server del Viminale segnavano oltre 100 mila domande di registrazione, un afflusso veramente altissimo. Nel resto della mattinata è stata raggiunta e superata quota 400.000 domande. Troppe le richieste e troppo pochi i posti disponibili: infatti sono solo 52 mila i posti che il decreto flussi concede agli immigrati, un numero molto basso in proporzione alle richieste che sono arrivate al Viminale. Molta perplessità da parte della Cia (Confederazione italiana agricoltori) e della Cgil: la Cia ha spiegato come si tratti di una “disperata lotteria che non sarà in grado di soddisfare il fabbisogno di lavoratori stranieri espresso da famiglie e imprese. Il numero di lavoratori autorizzati con il decreto flussi non corrisponde infatti alla situazione reale del Paese, dove la domanda di lavoratori immigrati è in costante crescita”. Dello stesso tono il commento della Cgil: “Siamo alla roulette russa. Le domande inviate oggi sono circa sei volte di più dei posti messi a disposizione e quindi la stragrande maggioranza saranno destinate al cestino”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*