Confcommercio: “Ad ottobre nuovo calo dei consumi”

Confcommercio

Torniamo a parlare dei consumi, uno degli indicatori più importanti per capire se l’Italia può uscire dalla crisi. Consultando i dati pubblicati da Confcommercio, la ripresa sembra piuttosto lontana. Nel mese di ottobre infatti, non c’è stato nessun miglioramento per quanto riguarda i consumi: si auspicava una crescita, che purtroppo non c’è stata. Ad ottobre l’ICC, ossia l’indicatore dei Consumi Confcommercio, è sceso nuovamente: -2.1% rispetto a dodici mesi fa. Un timido aumento è riscontrabile rispetto a settembre 2013: +0.1%, crescita pressochè impercettibile. “I modesti segnali di attenuazione della fase recessiva e di un possibile riavvio dell’attività economica nella parte finale del 2013 non si sono ancora trasferiti alle famiglie” spiegano da Confcommercio. Inoltre, la debolezza del mercato del lavoro e l’incertezza sulla pressione fiscale, non permette un recupero del reddito disponibile: tutto ciò rischia di prolungare questa fase di crisi. C’è però un dato positivo e riguarda l’inflazione: c’è stato un ridimensionamento dell’inflazione, adesso ai minimi degli ultimi quattro anni. In particolare, fanno sapere da Confcommercio, l’evoluzione dei prezzi al consumo dei beni ad alta frequenza d’acquisto, permette quella leggera crescita dal mese di settembre 2013. Negli ultimi mesi inoltre, si segnala un altro dato positivo: è in crescita la fiducia alle imprese.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*