Confindustria: “I contratti a termine combattono la disoccupazione”

confindustriaIl d.g. di Confindustria, Marcella Panucci, è intervenuto alla Camera dei Deputati, nel corso di una audizione. La Panucci ha sottolineato il lavoro del nuovo governo Renzi, con un plauso in particolare sulle norme che regolano i contratti a termine. In molti infatti sostengono che si tratti di una norma errata, perchè il contratto a termine potrebbe amplificare la precarietà, ma da Confindustria non sono di questo parere, anzi. “I contratti a termine che non vanno visti come il simbolo della precarietà tout court, bensì vanno considerati come uno strumento di flessibilità regolata e, come tale, è utilizzato in tutti i principali Paesi europei. E’ uno strumento che amplia l’accesso all’occupazione e combatte la peggior forma di precarietà, la disoccupazione” spiega la Panucci. Il decreto Lavoro presentato dal Governo, soddisfa dunque Confindustria: grazie a questo strumento, sono arrivati passi in avanti per il mondo del lavoro, da Confindustria c’è fiducia per il futuro. Fra le mosse più apprezzate, c’è senza dubbio quella riguardante l’aumento del limite del 20% di contratti “acausali”, norma che dovrà essere recepita dagli industriali nelle prossime settimane. Per quanto concerne l’aspetto dei contratti a tempo determinato, la stessa Marcella Panucci ha approfondito poi la questione, spiegando il punto di vista di Confindustria. “Ampliare la possibilità di fare contratti flessibili per durata può costituire una leva importante per indurre le imprese ad accelerare la dinamica delle assunzioni e quindi ridurre il periodo di ripresa senza occupazione”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*