Confindustria, Marceglia: “Le tasse pesano per il 45% sul Pil e il 60% sui lavoratori”

E’ una Emma Marcegaglia molto agguerrita quella che è salita sul palco a Rovigo, in un incontro con gli industriali di Rovigo: la presidente di Confindustria ha avuto modo di confrontarsi con gli industriali di Rovigo, su diversi temi dell’attualità economica del nostro Paese. Ma la prima pungente stoccata è arrivata ai danni del ministro per i rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, che nelle ore precedenti, aveva affermato come il risparmio sulla spending review sarebbe servito per evitare il peggioramento dei conti pubblici, e non per abbassare le tasse. Una frase che non è piaciuta affatto al presidente di Confindustria, che non ha perso tempo per passare al contrattacco. “Credo che il tema delle tasse in questo paese sia molto serio. Il taglio della spesa pubblica deve esserci, una parte capisco serva per l’obiettivo dell’azzeramento del deficit del 2013, ma questo paese deve fare un piano per la riduzione della pressione fiscale, soprattutto su lavoratori e imprese perché le tasse pesano per il 45% sul Pil e su chi paga le tasse per un 60%” spiega la Marcegaglia, che poi scende nel dettaglio. La pressione fiscale in Italia – spiega la numero uno di Confindustria – è fra le più alte d’Europa, in questo modo è difficile fare crescita, consumare e sopratutto investire. Emma Marcegaglia ha poi concluso il proprio intervento, parlando della situazione attuale della politica italiana, investita da alcuni scandali relativi al finanziamento della politica. “Il tema dei finanziamenti ai partiti e della politica che sostanzialmente non si sta minimamente autoriformando, è un tema vero. Mi sembra che adesso i partiti abbiano deciso di intervenire subito sulla legge sui finanziamenti ai partiti, ma tutto il tema deve trovare una velocizzazione delle riforme che per il momento è stata abbastanza timida” ha concluso Emma Marcegaglia.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*