Consumi, ancora in calo: a maggio è -3.2%

Roma, 4 luglio 2007 . SupermercatoIl mese di maggio ci lascia un’altra eredità in negativo: è quella dei consumi. I dati di Confcommercio sono piuttosto negativi: a maggio, i consumi sono calati del -3.2% rispetto allo scorso maggio 2012, mentre la flessione è del -0.2% rispetto ad aprile 2013. Prendendo in esame i primi cinque mesi del 2013, l’Indicatore dei consumi mostra una flessione del -4.2%, in peggioramento rispetto al -3% dei primi cinque mesi del 2012. Il calo dei consumi allontana ovviamente la ripresa italiana. Tante le contrazioni raccolte nel rapporto dei consumi di maggio: continua la flessione dell’acquisto di beni e servizi per la mobilità, addirittura in calo del -6.7% rispetto a maggio 2012. Ma vanno male anche il settore abbigliamento e calzature, con una flessione del -4.6%, stessa sorte per alimentari, bevande e tabacchi (-4.6%). La spesa italiana si assottiglia dunque, con una flessione del -2.8% sulla spesa mensile: è il dato più nero dall’inizio delle serie storiche dell’Istat, ossia dal 1997. Neanche nel 2009 ci fu un crollo della spesa media così elevato. Gli italiani comprano meno, anche nel settore alimentare: preferiti gli acquisti di prodotti scontati e la spesa nei discount, spesso a discapito della qualità. Sono sempre di più le famiglie che acquistano nei discount: nel 2012, il 12.3% delle famiglie italiane ha fatto la spesa negli hard discount, contro il 10.5% del 2011.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*