Crisi Grecia, trovato l’accordo: aggiustamento da 28.4 miliardi di euro

Sembra che i tre enti più importanti, la Commissione europea, il Fondo monetario internazionale (Fmi) e la Banca centrale europea (Bce), abbiano trovato un accordo sulla condizione della Grecia. Infatti per cercare di risolvere la crisi economica del paese ellenico, ci sarà un nuovo piano di austerity che avrà una durata fino al 2014. A comunicarlo è proprio la Commissione Europea, in una nota ufficiale. Il piano prevede un nuovo programma di austerità, con un aggiustamento di 28.4 miliardi di euro, ma questo piano dovrà essere approvato dal Parlamento Greco nei prossimi giorni, o comunque entro il 30 giugno. Appena arriverà l’ok dalla Grecia, la Commissione europea, il Fondo monetario internazionale e la Banca centrale europea potranno sbloccare il nuovo piano di aiuto economico al paese ellenico, per evitare la bancarotta della Grecia e la possibile crisi economica a livello europeo. Come si legge nella nota della Commissione Europea, “i capi missione della Commissione europea, dell’Fmi, della Bce e le autorità greche hanno concluso un accordo sulla totalità dei provvedimenti per ripianare il deficit di bilancio per il periodo 2011-2014. Una volta attuati, i provvedimenti convenuti fra la cosiddetta troika (la Bce) e e le autorità di Atene, permetteranno alla Grecia, di raggiungere gli obiettivi stabiliti e di mantenersi sulla buona via”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*