Crisi Irlanda, Rehn: “Dobbiamo evitare il rischio contagio”

Il commissario europeo alle Finanze, Olli Rehn ha parlato della proposta accettata da tutti i ministri finanziari europei, di supportare l’Irlanda. “La decisione di concedere il prestito all’Irlanda è un passo avanti determinante per conservare la stabilità finanziaria in Europa”. Lo stesso Rehn ha voluto chiarire la situazione, spiegando che questo “incendio” va spento, prima che possa contagiare altri mercati. “Siamo come pompieri chiamati a spegnere più incendi. Gli aiuti vanno bene ma bisogna darli finché si è in tempo. Occorre quindi spegnere l’incendio irlandese prima che si propaghi a tutta la foresta europea”. Ma nonostante questo aiuto, e la condivisione del progetto di supporto all’Irlanda, i mercati non hanno reagito bene. Le borse hanno portato a casa risultati negativi e i titoli bancari in netto crollo hanno fornito all’Ue il polso della situazione. Neanche la decisione del Governo Irlandese, che ha annunciato che si dimetterà dopo aver approvato il bilancio, ha permesso alle borse di crescere. Ci ha provato anche Jean-Claude Trichet, governatore della Banca Centrale Europea, a risollevare l’umore borsistico, spiegando che la decisione irlandese è stata corretta. “Il governo irlandese ha preso la decisione giusta, siamo compiaciuti per l’immediata risposta della comunità internazionale”. Nel frattempo dal Portogallo, arrivano notizie positive: il premier portoghese, Jose Socrates, ha fatto sapere che il Portogallo non ha bisogno di aiuti.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*