Dash: continua il recupero sul dollaro

Anche la moneta Dash, come le altre criptovolute, si muove al rialzo in questo lunedì di mercato. In particolare, il prezzo DASH/USD si sta stabilizzando oltre i 720,00 dollari, generando il primo guadagno settimanale superiore al 5% dopo oltre un mese. Il recupero sembra proseguire ad un ritmo costante. E il prezzo è ora salito di circa il 40% in più rispetto ai minimi del 2018. Tecnicamente, la coppia mostra una tendenza rialzista, dopo la rottura del modello discendente. Prossima resistenza a 800,00 dollari, con un supporto che non scende oltre i 600 dollari.

Dash: il progetto Crypto Cup

Dopo Bitcoin Bowl lanciato dall’omonima moneta, il team di Dash continua a rincorrere le concorrenti lanciando la nuova competizione digitale Crypto Cup. In collaborazione con la piattaforma FanDuel.

Il torneo avrà inizio il 22 febbraio e comprenderà due gironi. Nella prima divisione, sarà possibile giocare gratuitamente. Nell’altra, sarà necessaria una quota di iscrizione pari a 3 dollari.

FanDuel ha espressamente dichiarato il proprio obiettivo: innovare per superare DraftKings. L’adesione al settore delle criptovalute potrebbe infatti costituire un vantaggio per la piattaforma.

Andy Giancamilli, CFO di FanDuel, ha definito la strategia come parte di un più ampio piano di innovazione:

Il nostro primo contest legato alle criptovalute ha rappresentato un’esperienza nuova ben accolta dai nostri utenti. Quindi abbiamo voluto continuare ad offrire questa esclusiva tipologia di premi. Siamo in prima linea nel settore dello sport. Che si tratti di Bingo o criptovalute, come premio, il nostro obiettivo è quello di innovare i nostri concorsi. Per dalle alle persone più modi di giocare e vincere su FanDuel.

Grazie a questa iniziativa e al suo solido progetto, la valuta Dash viene considerata dagli analisti come una delle meglio performanti sul mercato, nel 2018. Si parla di un rendimento astronomico che rappresenta, per gli investitori, una delle migliori opzioni sul mercato. Vale dunque la pena fare un tentativo, anche e soprattutto per chi si avvicina agli investimenti ora per la prima volta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*