De Metrio: “Enac aumenti tassa aeroportuale”

In una intervista rilasciata a “Milano Finanza“, Giulio De Metrio, vice amministratore delegato di SEA, la società che gestische gli scali di Milano, controllata dal comune lombardo, ha richiesto un aumento della tariffa aeroportuale all’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile.
Se si atterra a Londra o a Parigi si pagano circa 19 euro di tariffa aeroportuale, mentre a Malpensa le tasse imposte alle societa’ di gestione ammontano a 9 euro, ovvero il 50% in meno rispetto ai principali scali europei. Per questo e’ necessario che l’Enac acceleri le procedure per consentire ai gestori aeroportuali italiani di aumentare le proprie tariffe. No, non c’e’ stata alcuna accelerazione e noi abbiamo bisogno che entro fine maggio l’Enac discuta la nostra proposta nel consiglio d’amministrazione. Altrimenti il nostro piano di investimenti sara’ a rischio”.

Secondo i dati in possesso a De Metrio, il vice ad. dichiara che “noi possiamo solo dire che il traffico sulla tratta MalpensaFiumicino, dove c’e’ libera concorrenza tra le compagnie, sta crescendo a doppia cifra in questi mesi, mentre la Linate-Fiumicino sta registrando una flessione. Evidentemente i prezzi di una rotta soggetta a monopolio sono meno appetibili per clienti che possono scegliere anche fra treno ad alta velocita’ o il volo a Malpensa”.

E’ chiaro che un aumento di questa tassa, graverà sulle tasche dei viaggiatori italiani ed esteri, e provocherà un netto aumento delle tariffe dei voli nazionali ed internazionali verso l’Italia. C’è da capire se l’ENAC è realmente interessata ad aumentare la tariffa aeroportuale, probabilmente ne potremo sapere di più nei prossimi giorni, in attessa del cda di Enac non sono arrivate comunque dichiarazioni in risposta dall’Ente aeroportuale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*