Declassamento Moody’s, la Ue: “Non cambia il nostro giudizio sull’Italia”

Il declassamento da parte dell’agenzia di rating internazionale Moody’s non intacca il giudizio della Commissione Europea sull’Italia: è questo, in estrema sintesi, il messaggio di Amadeu Altafaj, portavoce del commissario europeo agli Affari economici, Olli Rehn. “L’Italia ha preso seri impegni di consolidamento fiscale che vanno nella giusta direzione, e che le permettono di arrivare al pareggio di bilancio nel 2013″ spiega Altafaj, confermando di fatto le parole pronunciate il giorno prima dal premier italiano Silvio Berlusconi. Del resto questo declassamento era atteso, sopratutto dopo quello avvenuto nel mese di settembre per mano dell’agenzia Standard & Poor’s. “La nostra reazione è la stessa di poche settimane fa, quando era stata Standard & Poor’s ad annunciare un downgrade” conferma lo stesso portavoce del commissario europeo agli Affari economici, che conclude la sua intervista con un punto di vista molto positivo sul futuro dell’economia italiana. Altafaj è convinto che l’Italia possa risanare i conti pubblici grazie alla manovra e alle misure approvate in questi ultimi mesi. “L’Italia si è impegnata su programma serio di risanamento dei conti pubblici, i pacchetti di misure adottati a luglio e a settembre vanno in quella direzione e consentiranno al Paese di centrare gli obiettivi. Queste sono le nostre valutazioni e le manteniamo dopo Moody’s” ha concluso Amadeu Altafaj, portavoce del commissario europeo agli Affari economici, Olli Rehn.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*