Deficit/Pil del 2009, mai così male dal 1996

L’Istat comunica che il rapporto fra deficit e PIL dell’Italia si è attestato al 5,2 %, il dato peggiore dal 1996 ad oggi. Nello scorso anno, il 2008, il rapporto si era fermato al 2,7%, ma adesso il dato è quasi raddoppiato: in ogni caso il dato è ampiamente nelle previsioni del Governo, che avevano previsto un rapporto del 5,3%. Ma il dato del Governo verrebbe previsto perfettamente se consideriamo, come spiega l’Istat, che il numero è al netto delle operazioni di swap. Dunque se prendiamo in considerazione anche quel tipo di operazioni, il defict/Pil si assesterebbe al 5,3%, in linea con le previsioni del Governo nel Dpef.

Parlando delle entrate totali, si può notare come esse siano diminuite del 2%, rispetto al +0,9% del 2008, mentre le uscite sono in aumento del 3% (+3,5% nel 2008). Analizzando la situazione rispetto al quarto trimestre 2009, il calo delle entrate si attesta all’1,2%, stesso dato del 2008 nel periodo analogo, mentre le uscite aumentano del 2,5%, che subirono un -1,4% nello stesso periodo del 2008. Nell’ultimo trimestre 2009, le entrate rappresentano il 54,8% del PIL, segnando dunque un aumento dello 0,2% rispetto al 2008.

Calano le entrate, ma aumentano le uscite: infatti per quanto riguarda il comparto delle spese, si registra un aumento del 3%, aumento si, ma contenuto rispetto al 3,5 dell’annata 2008.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*