Disoccupazione, a giugno +0.3%: adesso è al 10.8%

L’Istat ha rilevato il tasso di disoccupazione del mese di giugno. Il sesto mese del 2012 ha visto un aumento del +0.3% del tasso di disoccupazione rispetto a maggio, mentre il valore cresce del 2.7% rispetto al mese di giugno 2011. Si tratta di un vero e proprio record: il tasso di disoccupazione è pari al 10.8%. il valore più alto dal gennaio 2004, ossia dall’inizio delle serie storiche mensili. Prendendo in esame i dati trimestrali, si tratta dal dato più alto dal terzo trimestre del 1999. Non va meglio in Europa: l’Eurostat ha evidenziato come la disoccupazione nell’Eurozona sia stabile all’11.2%, ma in netto aumento rispetto al giugno 2011. Il confronto con lo scorso anno è impietoso: il tasso di disoccupazione all’interno dell’area Euro è cresciuto del +1.2% in dodici mesi. Tornando all’Italia, il numero dei disoccupati cresce di 73 mila unità, raggiungendo 2 milioni 792mila unità. Altro tasto dolente, quello della disoccupazione giovanile: l’incidenza dei giovani disoccupati sul totale dei giovani in cerca di lavoro o già occupati è pari al 34.3%, in calo dell’1% rispetto a maggio 2012. I giovani disoccupati dunque rappresentano il 10.1% del totale dei giovani: in calo anche la quota dei giovani inattivi (-0.4%). Più in generale, l’inattività cala dello 0.4% rispetto al mese di maggio, il calo però riguarda solo gli uomini, mentre la quota delle donne inattive resta stabile. Tornando al tasso di disoccupazione, il tasso di disoccupazione maschile sale del +2.9%, mentre quello femminile aumenta del 2.5%.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*