Disoccupazione, a maggio vola quella giovanile: 36.2%

L’Istat ha pubblicato i dati relativi al tasso di disoccupazione, relativo al mese di maggio. Il valore del tasso di disoccupazione è leggermente in calo, ma aumenta di quasi un punto percentuale il valore della disoccupazione giovanile. Secondo i dati Istat, il mese di maggio ha visto un calo dello 0.1% del valore della disoccupazione generale: il tasso di disoccupazione è infatti sceso dal 10.2% al 10.1%. Ad aprile si era toccato il record dall’inizio delle serie storiche. Ma come anticipato, a crescere è sempre il tasso di disoccupazione giovanile, che raggiunge il record: infatti raggiunge il 36.2%. Il dato aumenta dello 0.9% rispetto al valore quantificato ad aprile: è record, mai così in alto dall’inizio delle serie storiche mensili del 2004. Dunque ancora problemi per i giovani con una età compresa fra i 15 ed i 24 anni, che non riescono ad inserirsi nel mercato del lavoro. La crisi economica ovviamente incide pesantemente su questi valori, come testimonia il recente studio della Banca d’Italia, dove si sottolineano le difficoltà specialmente per i giovani del Sud Italia. “Le opportunità di lavoro per le fasce di età più giovani continuano a deteriorarsi in tutte le regioni: nel Mezzogiorno il tasso di disoccupazione delle persone con meno di 30 anni è oltre il doppio di quello complessivo” si legge nel rapporto di Bankitalia.

1 Commento

  1. Perdonate…è vero..stiam passando una crisi gravissima!…ma questo dato è un dato farloco….riguarda i ragazzini dai 15 ai ragazzi di 24…nella società post-industriale tutti sanno che a 15 anni non entra nel mondo del lavoro più nessuno!!!…è una dato anni ’50….è dai tempi di mastro geppetto e pinocchio che i 15enni non vanno più a lavorare…..cioè…non sparate numeri così…giusto per fare ‘terrore’:…..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*