Disoccupazione giovanile, nuovo record: sale al 41.2%

giovani-lavoroTorniamo a parlare di disoccupazione. Il mese di ottobre non è stato per nulla positivo, i dati Istat infatti analizzano un peggioramento del tasso di disoccupazione, che si è attestato al 12.5%. E’ il nuovo record da quando sono cominciate le serie mensili e trimestrali dell’Istat, dunque dal 1977. Rispetto ad ottobre 2012, il tasso di disoccupazione è cresciuto del +1.2%. Ma continua a preoccupare il tasso di disoccupazione giovanile: gli under 30 disoccupati sono sempre di più. Ad ottobre, il numero dei disoccupati con una età compresa fra 15 e 24 anni è salita al 41.2%, anche per questo dato si tratta di un record assoluto. Un valore che poi sale ancora di più, se si prende in esame la fascia d’età compresa fra 18 e 29 anni: sono oltre un milione i disoccupati. Possiamo dunque affermare che un disoccupato su tre ha meno di 30 anni. “La stabilità della disoccupazione e dell’occupazione è coerente con il quadro economico. La disoccupazione giovanile è aumentata leggermente nonostante i 15mila posti di lavoro creati con gli incentivi del bonus giovani. E’ evidente che la ripresa economica tarda a riflettersi sul mercato del lavoro. I dati Istat non sono sorprendenti pur se negativi” ha spiegato il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*