Disoccupazione in leggero calo: a febbraio all’11.6%

produzione industrialeC’è un leggero miglioramento nel tasso di disoccupazione del mese di febbraio 2013, elaborato dall’Istat. Infatti, se a gennaio il tasso di disoccupazione italiano si era attestato all’11.7%, nel mese di febbraio è sceso all’11.6%, restando comunque vicino ai massimi storici. Diminuisce anche il tasso di disoccupazione giovanile, che subisce una contrazione dello 0.8%, scendendo a quota 37.8%. In realtà, prendendo in esame il dato di febbraio 2012, il tasso di disoccupazione giovanile è aumentato del +3.9%: adesso il numero dei disoccupati sotto i 25 anni è pari a 647 mila. A febbraio, gli occupati in Italia sono 22 milioni 739 mila, in crescita dello 0.2%: la crescita però riguarda solo la componente femminile. “Il lavoro emerge come priorità assoluta e il nuovo governo dovrà coniugare il rigore dei conti pubblici con misure per la crescita e l’inclusione lavorativa” spiega il segretario confederale della Cisl, Luigi Sbarra. “Alla politica si chiede uno scatto di responsabilità con la presa di coscienza che il bisogno primario delle persone è il lavoro. Diminuire le tasse, sbloccare i pagamenti verso le imprese, allentare il Patto di stabilità per far ripartire le opere pubbliche” queste sono le priorità per il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy. Il dato italiano è in linea con il tasso di disoccupazione europeo: in Europa infatti la disoccupazione è ferma al 12%, livello record per l’Eurozona; sono oltre 19 milioni i cittadini europei senza un lavoro. 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*