Disoccupazione, nuovo record negativo: sale al 13%

Matteo-RenziNuovo rilevamento dell’Istat per quanto riguarda il tasso di disoccupazione. A febbraio, la disoccupazione ha toccato il 13%, nuovo record storico dal 1977: il tasso di disoccupazione è aumentato dello 0.1% rispetto al mese precedente, mentre su base annuale, la disoccupazione è cresciuta del +1.1%. Secondo i dati dell’Istat, l’occupazione è al 55.2%, con una flessione dello 0.8% su base annuale. Ne consegue che gli occupati sono 22.2 milioni, in flessione dello 0.2% rispetto al mese di gennaio, mentre il calo è più importante rispetto al mese di febbraio 2013, -1.6%. In pratica in questi dodici mesi, sono stati persi 365 mila posti di lavoro, circa mille al giorno. Un ritmo impressionante, il tasso di disoccupazione è stato definito “sconvolgente” dal premier Matteo Renzi, in visita a Londra per un incontro bilaterale con il premier inglese Cameron. “Torneremo sotto la doppia cifra nei prossimi mesi o nei prossimi anni” annuncia da Londra il premier, aggiungendo quanto sia importante puntare sulle riforme che possano rilanciare il mercato del lavoro. “In questi anni abbiamo perso troppa strada. Il procedimento va avanti, noi abbiamo in testa un codice del lavoro, di 50-60 articoli, scritto anche in inglese” spiega Renzi. Pesante la situazione per i più giovani: rispetto al mese di gennaio, il tasso di disoccupazione giovanile è leggermente calato, -0.1%, ma resta pur sempre fra i più alti in Europa.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*