Disoccupazione, superata la soglia dell’11%

Continua a crescere il numero dei disoccupati in Italia: l’Istat ha evidenziato una situazione quasi drammatica. Il tasso di disoccupazione di ottobre ha superato la soglia dell’11%, passando all’11.1%: c’è stato un aumento dello 0.3% rispetto al mese precedente (settembre 2012), mentre l’aumento su base annua è del +2.3%. Questi dati non possono lasciare tranquillo il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli: “è chiaro che anche l’occupazione soffre, è un dato ovviamente negativo, ma atteso. Se l’economia rallenta non si può pensare che l’occupazione migliori, anche nei nostri dati c’è un peggioramento nel 2013” spiega Grilli. A preoccupare sempre di più, inoltre, è il tasso di disoccupazione giovanile: ad ottobre il valore è salito al 36.5%. Si tratta di un record: è il dato più alto dall’inizio delle serie mensili (gennaio 2004) e si tratta anche del dato più alto dall’inizio delle serie trimestrali (1992). Il tasso di disoccupazione under 25 è in aumento dello 0.6% rispetto al mese precedente, ossia settembre 2012, mentre rispetto ad ottobre 2011, il dato è in aumento addirittura del +5.8%. “I dati sulla disoccupazione sono la conferma che l’effetto recessivo della politiche economiche che ci sono state è stato molto profondo. Il 2013, sul piano occupazionale, sarà ancora più pesante del 2012, che già è stato l’anno più pesante della crisi”, ha spiegato il segretario della Cgil, Susanna Camusso.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*