Draghi risponde alla Germania: “Tassi bassi, l’economia è debole”

draghiNei giorni scorsi, è arrivata qualche critica di troppo alla Banca Centrale Europea, critica mossa in particolare dalla Germania. Durante una conferenza stampa a Francoforte, il presidente della Bce, Mario Draghi, ha voluto rispondere alle critiche tedesche. In sostanza, la Germania si è detta contraria al taglio del costo del denaro: la Bce ha portato il costo del denaro ad un nuovo minimo storico, lo 0.25%. La Germania infatti aveva il timore che una decisione del genere potesse influire negativamente sui rendimenti dei fondi d’investimento e contemporaneamente sulle pensioni. Mario Draghi ha voluto però difendere l’operato della Bce. “Capisco i timori per un periodo prolungato di bassi rendimenti sui risparmi. Ma è importante capire che i tassi sono bassi perché l’economia è debole. Alzarli la deprimerebbe ulteriormente. Mantenendo i tassi a livelli che aiutino la ripresa, dovremmo vedere tassi più alti sui risparmi più avanti” spiega Draghi, che poi ha aggiunto come i bassi tassi d’interesse effettivamente potrebbero minacciare la stabilità finanziaria, ma solo a livello ipotetico. Draghi ha poi aggiunto che la Banca Centrale Europea è un ente che deve garantire condizioni migliori per tutta l’Europa: la Bce non prende decisioni solo per una nazione, ma per il meglio dell’intera comunità europea.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*