Ecco il programma di Governo di Mario Monti: ci saranno nuove tasse?

Le Borse europee hanno ben risposto all’arrivo a capo del Governo italiano del prof. Mario Monti. Il programma di governo che lo stesso Monti sta cercando di stilare in queste ore è ben preciso: da un lato ci sarà l’immediata approvazione di misure atte a mettere in sicurezza i conti pubblici italiani, dall’altro lato si cercheranno nuove misure per far crescere nuovamente l’Italia. Tutto ciò potrebbe dare i frutti sperati, rassicurando i mercati e le principali istituzioni europee e mondiali. Ieri sera, poco prima delle 20, il prof. Monti ha ricevuto l’incarico da Napolitano ed ha accettato con riserva, come da prassi. Queste le sue prime parole. “Ringrazio il presidente della Repubblica per la fiducia accordatami. Intendo adempiere questo compito con senso di responsabilità e e spirito di servizio. In un momento di particolare difficoltà dell’Italia, in un quadro europeo e mondiale turbato, il Paese deve vincere la sfida del riscatto e dell’equità, deve essere sempre di più elemento di forza, non di debolezza di una Ue di cui siamo stati fondatori e di cui dobbiamo essere protagonisti. Opererò per valorizzarne l’impegno comune per uscire presto da una situazione d’emergenza, ma che l’Italia può superare con lo sforzo comune. Le consultazioni che svolgerò saranno condotte con il senso dell’urgenza, ma con scrupolo”. Vediamo quali potrebbero essere i provvedimenti che Mario Monti potrebbe approvare nei prossimi giorni: si aprte dalla possibilità di una nuova manovra correttiva da 25 miliardi di euro. Si pensa anche ad una reintroduzione dell’imposta sulla prima casa, di una possibile tassa patrimoniale; un pacchetto anti-evasione più duro sulla tracciabilità dei pagamenti, che partirebbe anche da somme pià modeste (200-300 euro). Per quello che riguarda lavoro e previdenza, Monti vorrebbe aprire un tavolo con le parti sociali, proponendo di alzare l’età pensionabile, abolendo le pensioni di anzianità. Inoltre si parla di nuove liberalizzazioni, privatizzazioni, tagli ai privilegi dei politici e più in generali ai costi della poltiica, con un opera di snellimento delle procedure burocratiche della pubblica amministrazione.

Pietro Gugliotta

8 commenti

  1. GIOVANNI PICCINI

    la cosa principale da portare aventi e’ che la classe politica dia l’esempio dei sacrifici da fare in modo molto importante e non che si riducono il 10 % dello stipendio da un lato e poi si aumentano il 40% da un altra fonte.
    poi si potra’ parlare di sacrificei della gente comune.
    grazie

  2. Pietro Malvitano

    Per chi come me, monoreddito con moglie e due figli studenti sarebbe più sensato non reintrodurre l’ICI, per il semplice fatto che già non si arriva a fine mese per cui non saprei come andare a pagare questa benedetta tassa. Ma la famosa patrimoniale, invece di fissare il tetto da 1,5 milioni si potrebbe introdurla dai 40/50 mila € in modo che avrebbe maggiori entrate? e la riduzione dei costi della politica? tutti ne parlano ma all’atto pratico……….

  3. tassa patrimoniale = furto

  4. massimo cariotti

    Si riducessero con i fatti e non con le parole del 10%/15% lo stipendio i signori politici e si abbassassero del 20%/30% le pensioni d’oro che prendono i signori politici e non eventualmente  prendersela con il povero cittadino facendogli pagare L’ICI sulla prima casa. Per la patrimoniale andrebbe bene dai 100 mila euro ma no da 1,5 milioni verrebbe da ridere. Sono convinto che saremo  i poveri cittadini a rimetterci come sempre……………

  5. Rinaldi Giancarlo

    Chi vuole abolire la pensione di anzianita’,non ha mai lavorato in fabbrica e non sa’ cosa significa restarci piu’ di 40 anni.Vergogna

  6. tassa prima casa=furto … sto già pagando il mutuo. che pensino a togliere tutti i benefit dei politici: spese mediche gratis, telefonino gratis, cinema, viaggi auto blu, tutto gratis. al ristorante del parlamento un”orata (per fare un esempio) costa 1.50 euro. ritocchiamo l’età pensionabile e loro hanno la pensione a vita dopo il primo mandato, gente che in un anno ha collezionato 20 presenze in parlamento. UNA VERGOGNA, mi spiace ma io non credo più in nessun governo e non andrò mai + a votare per il resto della mia vita. E devo ancora sentire che quel pagliaccio di larussa ha comprato per i 9 generali mantenuti le maserati blindate e per 9 generali abbiamo sborsato 600.000 euro di colf. ASSURDO … in che paese di merda che viviamo

  7. nell’emergenza serve una patrimoniale,poi tagli alla politica,sprechi e lotta all’evasione

  8. chi si lamenta sull’applicazione della tassa patrimoniale deve sapere che chi ha, per esempio, 3 o piu case o ha rubato E/O sfruttato lavoratori oppure ha sempre evaso : RICORDATELO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*