Enel: China Investment Corporation sta valutando possibili investimenti in Italia

La visita in Italia di Lou Jiwei, il numero uno del fondo sovrano cinese “China Investment Corporation”, sta dando vita a numerose voci di corridoio che vedrebbero un grosso investimento in Italia da parte del fondo stesso. Nel mirino dei cinesi sembra esserci l’Enel Green Power. Il fondo ha a disposizione circa 300 miliardi di dollari, una cifra che conferisce una potenza ineguagliabile a livello mondiale. L’interesse dei cinesi nasce dai contatti tra i vertici del Fondo e il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, per quanto riguarda un investimento a lungo termine nel mercato italiano.

[ad]

Dalla carta stampata si apprende che c’è molto interesse anche per Eni e Generali, ma l’affare Enel appare più fattibile, poiché il numero uno del colosso elettrico, Fulvio Conti, ha dato conferma dell’incontro avvenuto lunedì scorso con Lou Jiwei. All’incontro era presente anche il direttore finanziario di Enel, Luigi Ferraris. Conti ha però puntualizzato che si è trattato di un incontro “ordianario”.

Enel Green Power è stata valutata 12,4 miliardi di euro dagli analisti della banca d’affari americana Citigroup. La società sta proseguendo un processo di valorizzazione, che la porterà a sbarcare in borsa a cavallo della prossima estate. Enel fa gola ai cinesi, e gli addetti ai lavori sono d’accordo sulla fattibilità dell’operazione, forti del fatto che il fondo cinese negli ultimi mesi ha già messo le mani su società come Blackstone, Morgan Stanley e Visa.

Giuseppe Raso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*