Energia elettrica, arrivano le fasce orarie

Il mese di luglio porta una buona e una cattiva notizia: il gas è infatti aumentato del 3.2%, cala invece l’energia elettrica dello 0.5%. Sono queste le disposizioni dell’Autorità per l’Energia per il terzo trimestre di quest’anno. Complessivamente queste variazioni, incideranno per 30 euro all’anno, divisi in 32 euro di aumento per il gas e – 2 euro per l’elettricità. Ma la vera grande novità è che da oggi, 1 luglio 2010, oltre alle variazioni decise dall’Autorità per l’Energia, il prezzo dell’elettricità sarà calcolato in base alle tariffe biorarie. Infatti sarà più conveniente usare l’elettricità la sera, la notte, i giorni festivi, mentre durante la giornata il costo sarà più alto. Queste nuove fasce toccheranno automaticamente tutti i cittadini che non hanno aderito al libero mercato e hanno un contatore elettronico che può leggere i consumi nei diversi momenti della giornata. L’ingresso in questo nuovo sistema sarà graduale, a partire da oggi 4,5 milioni di famiglie italiane saranno sottoposte a questo nuovo tariffario, ad agosto le famiglie saranno 11 milioni e via via a salire fino alle 20 milioni di famiglie del mese di dicembre.
Ecco quali sono le nuove fasce orarie per il consunmo dell’energia elettrica:
1) Dalle 8 alle 19 dei giorni feriali: è la fascia oraria in cui la tariffa per l’energia elettrica è più costosa. È indicata nelle bollette con il termine “FASCIA F1“.
2) Dalle 19 alle 8 dei giorni feriali: è la fascia oraria agevolata in cui la tariffa per l’energia elettrica è più bassa. È indicata nelle bollette con il termine “FASCIA F2/3”.
3) Week end e festivi. In questi casi viene applicata la tariffa agevolata (FASCIA F2/3) per l’intera giornata.
Sfruttando queste fasce, si potrà risparmiare – secondo alcune stime – anche il 10% della bolletta, in questo primo anno e mezzo di nuovo tariffario. Secondo altre stime, a partire dal gennaio 2010 le tariffe avranno distanze più sostanziose, dunque il risparmio o l’aggravo di prezzo sarà piu netto.

Pietro Gugliotta

1 Commento

  1. roberto coletta

    Gentilissomo dott. Gugliotta

    In relazione alle fasce orarie F1/F2 disposte a suo tempo. Erano così scansionate: F1 dalle ore 8,00 alle ore 19,00 giorni feriali – F2 dalle ore 19,00 alle ore 8,00 giorni feriali compreso il sabato e giorni festivi.
    Il punto stà, che nè è spuntata una terza fascia F3 che va dalle ore 00,00 alle ore 07,00 nei giorni feriali che comprende anche la giornata di sabato. Ho la senzazione che qualcuno stia facendo il furbo e stia lucrando qualche punto di sconto in meno per i consumatori. Non le sembra anche a lei?

    Forse dovremo aspettare la notte fonda per fare una doccia, stirare un pantalone o fare una lavatrice.
    Roberto Coletta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*