Ethereum: crollo oltre il 9%

A partire dal pomeriggio di ieri, il prezzo Ethereum ha perso circa 50 punti, generando perdite oltre il 9%. La coppia ETH/USD viene attualmente scambiata a 464 dollari, dopo aver aperto la seduta a 526. Ad ogni modo, per il brevissimo termine e sul mensile, gli investitori sembrano puntare all’acquisto. Eppure, per ETH le buone notizie non mancano. Pertanto, gli analisti continuano a considerare ottime le previsioni future. E il recente calo solo come un breve momento di correzione.

Ethereum: Coinbase aggiunge supporto per i token ETH

Coinbase Inc., che possiede una delle più grandi piattaforme statunitensi di trading di criptovalute , ha finalmente aperto la porta all’offerta di token digitali basati sulla rete ETH

La società con sede a San Francisco ha dichiarato che supporterà lo standard tecnico ERC20 di Ethereum sulla propria piattaforma. L’annuncio su Twitter.

Tuttavia, la data ufficiale per l’avvio del progetto non è ancora stata resa nota. Un portavoce Coinbase si è limitato a specificare che la tecnologia ERC20 è compatibile con gli obiettivi della piattaforma.

La mossa arriva meno di tre settimane dopo che la US Securities and Exchange Commission ha affermato che le piattaforme di risorse digitali che sono titoli dovranno registrarsi presso l’agenzia come una borsa nazionale. O qualificarsi per una deroga. Coinbase, tuttavia, afferma di essere esente dai requisiti di registrazione SEC in quanto non elenca  attività che potrebbero essere considerate titoli.

Nel frattempo, però, la news non riesce a risollevare la condizione del prezzo ETH sul mercato. Sembrerebbe che, a livello generale, il settore delle criptovalute stia ancora scontando il divieto per le pubblicità imposto da Google. Molto probabilmente, anche Twitter adotterà la stessa politica.

Tuttavia, come abbiamo sottolineato in un precedente articolo, questa misura potrebbe avvantaggiare gli altcoin più affermati, come ETH, XRP e LTC. Pertanto, a lungo termine, gli investimenti su Ethereum continuano ad essere considerati assolutamente profittevoli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*