Ethereum: tentativi di rinascita

Il prezzo Ethereum ha guadagnato oltre 50 punti, nelle ultime ore di mercato. Con un rialzo del 10%. Alle sei del mattino, la coppia ETH/USD è arrivata a superare i 580 dollari. Quando solo ieri veniva scambiata attorno ai 530. Si è dunque venuta a formare una nuova linea di tendenza rialzista. A questo punto, per poter assistere ad un ulteriore slancio, sarà necessario che la moneta rompa la prossima resistenza chiave a 600 dollari. L’indicatore RSI è ben al di sopra del livello 50. Il MACD segnala invece cautela, allontanandosi lievemente, in questi minuti, dalla zona rialzista.

Ethereum: nuova fork annuncia distribuzione di token gratuiti

Una startup con sede in Australia, eInc, ha recentemente annunciato la distribuzione gratuita di token ETI, per i possessori di monete ETH. L’azienda offre a imprenditori e investitori la possibilità di incorporare o spostare le loro attività online in un mondo virtuale decentralizzato. La distribuzione è iniziata il 4 Marzo 2018.

Un portavoce del team eInc ha dichiarato che:

Essendo una forcella ethereum, è stato giusto dare ai possessori di ETH  la possibilità di utilizzare per primi i nostri token. E di testare, in questo modo, l’aggiornamento che abbiamo sviluppato alla blockchain esistente. Usando questi token si può facilmente incorporare organizzazioni completamente democratiche, decentralizzate e disintermediate in pochi minuti sulla nostra blockchain eInc più veloce e ottimizzata.

La società sostiene di aver costruito una blockchain che richiede la metà del tempo pe rle transazioni e offre 2,5 volte di guadagni in più, rispetto a ethereum.

Nati come risultato di una forcella di Ethereum sul blocco 5078585, i token eInc saranno distribuiti liberamente a tutti i possessori di ETH, in rapporto 1: 1.

Come tutti sappiamo, il lancio di nuove forcelle è all’ordine del giorno. Al momento, Ethereum detiene il primato sul mercato, in riferimento al rialzo del prezzo. Si tratta della criptovaluta che sta performando meglio, oggi 21 marzo 2018.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*