Eurostat, i lavoratori italiani fra i meno pagati d’Europa

L’agenzia di statistica dell’Unione Europea, l’Eurostat, ha pubblicato un dato davvero interessante: le busta paga in media dei vari paesi dell’Unione Europea. La sorpresa, purtroppo negativa, è che i lavoratori italiani risultano fra i meno pagati del Vecchio Continente. Infatti lo stipendio medio dei lavoratori italiani è al dodicesimo posto della classifica relativa all’Area Euro: il valore di uno stipendio medio annuale è di 23.406 euro, praticamente la metà di quanto si guadagna in Lussemburgo (48.914 euro), Olanda (44.412 euro) o Germania (41.100 euro). Ma non è tutto: perfino i paesi europei con una crisi più accentuata dell’Italia, offrono salari migliori: è il caso di Irlanda, Spagna, Cipro e della Grecia. Peggio dell’Italia troviamo solo il Portogallo, altro paese con una situazione economica non brillante. I dati sono relativi al 2009, ma di certo in questi ultimi due anni la situazione non può essere mutata drasticamente. E’ arrivata subito la replica del ministro del Welfare, Elsa Fornero, in merito a questi dati. “In Italia abbiamo salari bassi e un costo del lavoro comparativamente elevato. Bisogna scardinare questa situazione, soprattutto aumentando la produttività” spiega la Fornero, che poi chiede di affrontare al più presto la riforma del mercato del lavoro ed il tanto discusso articolo 18.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*