Facebook entra in borsa, ma il debutto è negativo

La prima seduta del titolo di Facebook non è stata esaltante: il social network, dopo la quotazione in Borsa, ha esordito con un dato piuttosto negativo. All’esordio era stata fissata la sua valutazione, in 38 dollari. In tre giorni il titolo del social network ha perso il 13%: una perdita di 11 miliardi di euro, che ha fatto scendere il valore totale di Facebook sotto i 104 miliardi di euro di valutazione della scorsa settimana. I risultati dei primi tre giorni fanno di Facebook il titolo col peggiore avvio degli ultimi cinque anni. C’è anche da dire che il titolo ha debuttato in un momento molto difficile: la crisi del debito in Europa, il caso di JPMorgan, giusto per citarne due. Fattori che hanno depresso il mercato. Certo a vedere gli esordi di altri titoli del mondo di internet, il paragone diventa impietoso: Linkedin addirittura raddoppiò il valore (+109%), così come Netscape (+108%), ma grandi rialzi furono segnalati anche per Yahoo! (+35%), Groupon (+31%) e Google (+18%). Partito da un valore di 38 dollari, il titolo di Facebook adesso ha un valore di 30.98 dollari per azione. Ci sarà una indagine delle autorità americane per stabilire se tutte le operazioni si sono svolte in maniera corretta, oppure c’è stata qualche azione poco limpida: infatti la banca Morgan Stanley è stata accusata di aver condiviso informazioni negative sul social network. Una operazione che avrebbe ovviamente portato una ventata di pessimismo sul titolo di Facebook, facendolo crollare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*