Fed: “Crescita Usa è lenta e modesta”

E’ arrivato puntuale nella giornata di ieri, il rendiconto della Federal Reserve, la banca centrale americana. Come si può leggere nel Beige Book, ossia il volume che contiene un vero e proprio ritratto dell’economia delle varie regioni americane, la crescita degli Stati Uniti è lenta. “Le attività economiche hanno continuato ad espandersi a settembre sebbene molti distretti dicano che la crescita è lenta e modesta” si legge. “Le risposte degli intervistati offrono una minor certezza e una condizione più debole per le prospettive delle aziende” si legge nel rapporto del Beige Book. Ma a preoccupare, è il rilevamento della pressione sui costi: dopo i rialzi degli ultimi mesi infatti, è stato registrato un rallentamento. E non ci sono buone notizie per il mercato del lavoro, che rimane ancora in difficoltà, con assunzioni a rilento o nel peggiore dei casi bloccate. La Fed evidenzia come la spesa per consumi sia leggermente aumentata in alcuni distretti, mentre le pressioni salariali sono date “sotto controllo”. Il dettaglio della relazione della Banca Centrale degli Stati Uniti evidenzia come i settori più in salute siano tre: l’energia, turismo ed auto. In flessione si segnala il settore finanziario. Infine viene segnalato l’appiattimento delle vendite al dettaglio, ad esclusione delle vendite di auto.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*