Fiat Chrysler Automobiles FCA: la giornata è iniziata con un rialzo del 2,15%

Dopo la dichiarazione ufficiale dell’avvenuta sottoscrizione dell’accordo di scissione tra Fiat Chrysler Automobiles e Interim One, le quotazioni del colosso automobilistico sono salite al +2,15%. Ieri sera, inoltre sono stati comunicati i dati di Aprile relativi alle immatricolazioni di auto in Italia, diffusi dal Ministero dei trasporti e che hanno registrato per l’azienda un rialzo del 12,2%, pari a 48.738 veicoli venduti. C’è grande soddisfazione ai vertici del gruppo, che con una nota ufficiale hanno dichiarato: “In aprile, per la sedicesima volta consecutiva, miglioriamo più del mercato”.

Fiat Chrysler Automobiles: sempre più vicino l’accordo per le auto senza guidatore

Sergio Marchionne ha lasciato intendere che presto potrebbe essere annunciata la firma sull’accordo Fiat Chrysler Automobiles – Google, per la realizzazione dei primi prototipi di self driving car commerciali, ovvero auto senza guidatore. Gli ingegneri delle due aziende stanno lavorando da tempo, in una fabbrica del Michigan, alla messa a punto del progetto, è l’intesa è stata praticamente raggiunta. La parte tecnologica è stata affidata alla Silicon Valley che realizzerà il software grazie al quale le automobili si muoveranno in modo autonomo. Sui tipi di veicoli sui quali verrà installato il robot è ancora mistero, ma si parla, tra gli altri, anche di Jeep e Alfa Romeo. Dal canto suo, Sergio Marchionne aveva ribadito già più volte quanto fosse necessario per il suo gruppo un importante cambiamento basato sulla combinazione delle migliori tecnologie presenti sul mercato, con l’obbiettivo primario di valorizzare sempre più l’immagine del marchio. La diffusione commerciale delle prime auto senza guidatore è prevista entro cinque anni a partire da oggi. In California le Google car hanno già fatto la loro comparsa, testate soprattutto per la viabilità locale. I due gruppi ci credono fortemente e prevedono per il futuro un forte riscontro in vendite per questo prodotto.

Sergio Marchionne nominato CEO Ferrari

Intanto, il capo del gruppo Fiat Chrysler Automobiles è stato nominato Amministratore Delegato della Ferrari, lunedì 2 Maggio. Nelle sue dichiarazioni post nomina, Marchionne spende parole di stima per l’ex Amedeo Felisa, dimessosi dopo 26 lunghissimi anni trascorsi al servizio dell’azienda. Ecco le dichiarazioni del nuovo CEO Ferrari: “Conosco Amedeo da più di un decennio e ho avuto l’opportunità di lavorare a stretto contatto con lui negli ultimi due anni. E’ senza alcun dubbio uno dei migliori ingegneri automobilistici nel mondo. Nel corso degli ultimi 26 anni ha lavorato instancabilmente alla guida dello sviluppo tecnico della Ferrari, producendo una serie di autovetture che hanno fissato gli standard sia per prestazione che per stile”. L’obbiettivo di Marchionne è quello di ampliare le vendite, ma allo stesso tempo anche proteggere l’esclusività del marchio. A tale scopo, già a Marzo era stato siglato un accordo non vincolante per la concessione di licenze di progettazione, costruzione e gestione di un nuovo parco a tema in una città della Cina, e sarebbe il terzo per la casa automobilistica. Altro punto toccato da Marchionne è stato, infine, il rendimento della Ferrari in Formula 1, strettamente legato al valore del marchio e di conseguenza necessariamente da migliorare rispetto agli ultimi risultati. 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*