Fiat Chrysler Automobiles: vendite in aumento, a Maggio +25,3%

L’azienda automobilistica migliora nelle vendite, soprattutto in Europa. Immatricolazioni in sensibile rialzo: +31,9% per Lancia, +30% per Jeep, +26,8% per Fiat. Tra le vetture più vendute la Panda e la 500, ma anche la nuova Tipo sta facendo registrare ottimi risultati. Fiat Chrysler Automobiles, però, migliora in Europa più che nel mercato, con un titolo che rimane negativo, quotato a 5,7 euro (-2,81%). Stando alle previsioni, il prezzo potrebbe scendere ancora fino a toccare i 5,565.

Fiat Chrysler Automobiles: trattativa in corso con Uber?

Dopo l’accordo con Google per realizzare i prototipi di auto che si guidano da sole, Fiat Chrysler Automobiles starebbe pensando ad una collaborazione con Uber, per il lancio di prodotti simili, e l’accordo potrebbe concretizzarsi entro fine anno. Tuttavia, secondo la fonte che ha diffuso l’indiscrezione, per il momento si tratterebbe solo di una consultazione tra le parti visto che Uber avrebbe contattato anche altre case automobilistiche con l’intento di scegliere la proposta migliore. In precedenza, l’azienda guidata da Marchionne aveva contattato anche Amazon, con il progetto di utilizzare i veicoli automatici per le consegne. Nessuna delle parti ha, fino ad ora, ha confermato o smentito le possibili trattative ed è probabile che se ne avranno eventuali notizie solo a giochi fatti. Sull’argomento, è intervenuto Massimo Vecchio, analista di Mediobanca, dichiarando che sarebbe opportuno chiedersi se la casa italo-statunitense faccia bene o male a tentare queste collaborazioni con le realtà emergenti nel settore: “Dal nostro punto di vista – ha spiegato Vecchio – uno scenario in cui ogni casa sviluppi le sue auto che si guidano da sole è un altro esempio di spreco di capitali nel settore”.

John Elkann: le case automobilistiche devono avere un approccio pratico

Spesso, le aziende produttrici di automobili si sono accanite nel voler per forza realizzare qualcosa che andasse oltre le vetture, sprecando ingenti risorse e nella maggior parte dei casi non ricavandone i profitti sperati. E’ questo il parere anche di John Elkann, presidente di Fiat Chrysler Automobiles, secondo il quale è auspicabile che le case automobilistiche collaborino con nuove realtà, come Google e Apple. Del resto, la concorrenza è già su questa direzione: Toyota proprio con Uber, Volkswagen con Gett, General Motors con Lyft. Nel frattempo, giungono notizie stando alle quali la società guidata da Marchionne licenzierà il 30% dei lavoratori nella filiale serba. Attualmente, sindacati e vertici dell’azienda sarebbero in trattativa per attuare un programma di dimissioni volontarie.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*