Fiat di Mirafiori, il referendum sarà il 13-14 gennaio

Nei giorni scorsi è arrivata l’ufficialità: i lavoratori dello stabilimento Fiat di Mirafiori voteranno il referendum sul nuovo contratto il 13 e 14 gennaio. La decisione è stata comunicata qualche giorno fa, sono stati scelti questi due giorni perchè non sono previsti giorni di cassa integrazione, quindi saranno occupate tutte le oltre 5.000 persone che attualmente sono impiegate a Mirafiori. Il voto è stato spiegato che si svolgerà in più fasi, tante quanti i turni di lavoro di questi due giorni. Inizieranno a votare nella notte di giovedì 13, i lavoratori del turno notturno (dalle 22 alle 6), seguiti dai lavoratori del primo turno (dalle 6 alle 14), poi via via tutti gli altri lavoratori dell’ultimo turno (dalle 14 alle 22). Secondo gli organi sindacali, le votazioni potrebbero chiudersi anche prima delle 22, dunque già nella serata del 14 gennaio arriveranno i primi risultati. I sindacati sono convinti del successo dell’operazione: si pensa che voterà una percentuale superiore al 90% dei lavoratori, con un numero di votazioni positive che dovrebbe sfiorare l’80%. Vedremo la prossima settimana quale sarà il responso delle urne. Giuseppe Farina, segretario generale di Fim Cisl, manda un invito alla Fiom, l’unica a non aver firmato a dicembre l’accordo con Fiat. “Tenga conto del risultato del referendum e in caso di affermazione dei sì, sottoscriva l’intesa, esattamente come farà la Fim che nel caso contrario ritirerà la firma dall’accordo, in quanto il referendum è uno strumento democratico decisionale e le scelte della maggioranza vincolano anche la minoranza”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*