Fiat: via libera dagli azionisti, ecco le due nuove aziende

Come già annunciato a fine luglio, la Fiat ha ufficializzato ieri pomeriggio la scissione in due società, pubblicando il seguente comunicato. “L’Assemblea degli Azionisti di Fiat S.p.A., riunitasi in data odierna in sede ordinaria e straordinaria, ha approvato il progetto di scissione parziale proporzionale di Fiat S.p.A. a favore di Fiat Industrial S.p.A. e le deliberazioni connesse”.
Cosa cambia? In sostanza, da un lato ci sarà il marchio “Fiat” che si occuperà principalmente del settore dell’auto (Fiat Group Automobiles, Ferrari, Maserati, Magneti Marelli, Teksid, Comau più la parte di Fiat Power Train che riguarda l’auto). Nella nuova società, la “Fiat Industrial” ci sarà il settore principalmente agricolo con CNH, Iveco, Power Train e tutto ciò che riguarda macchiari agricoli-industriali.
Entusiasta il presidente del Lingotto, John Elkann. “È un’assemblea storica, voglio ringraziare tutte le persone che hanno lavorato perché tutto questo fosse possibile. Siamo molto orgogliosi di queste due realtà che sono forti e hanno ambizioni importanti”. Grande soddisfazione anche per l’amministratore delegato, Sergio Marchionne. “Oggi portiamo le lancette avanti nel tempo. La nostra azienda, o meglio le nostre aziende potranno muoversi a una velocità notevolmente più rapida di quanto non abbiano mai fatto. In particolare è un grandissimo giorno per l’Auto. Finalmente potrà decidere il proprio destino senza preoccuparsi delle conseguenze per Cnh. Deve avere la totale libertà di scegliere con chi andare avanti. Finalmente l’Auto è libera dalle escavatrici e dai trattori”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*