Financial Times, è Mario Draghi l’uomo dell’anno

mario draghiIl quotidiano finanziario Financial Times incorona come personaggio dell’anno il presidente della Banca Centrale Europea, l’italiano Mario Draghi. Un grande riconoscimento per quello che è stato descritto come dei personaggi fondamentali di questo 2012 economico: Draghi è determinato a salvare l’Euro scrivono dal giornale finanziario. “Nell’ambito del nostro mandato, la Bce è pronta a fare tutto quello che serve per preservare l’euro. E credetemi, sarà abbastanza” aveva dichiarato a Londra, nel luglio scorso: con queste parole probabilmente è riuscito a convincere i Paesi europei della bontà del proprio lavoro e dell’impegno della Banca Centrale Europea. “Non dobbiamo dimenticarci che la ragione per cui il risanamento è diventato centrale nelle raccomandazioni della Bce è perchè non si possono costruire sistemi sui debiti e sui deficit che la crisi finanziaria ha mostrato insostenibili” spiega Draghi nell’intervista al Financial Times. “La situazione che abbiamo di fronte è seria: ci sono dei segnali incoraggianti e negli ultimi tempi ci sono stati dei progressi” prosegue il numero uno della Bce. Nonostante i progressi, la Bce è a conoscenza della reale portata della crisi: l’Europa è in lenta ripresa, nella seconda metà del 2013 il Vecchio Continente potrebbe finalmente fare lo scatto decisivo verso la ripresa, grazie agli effetti delle riforme che molti Paesi stanno approvato o hanno già approvato. “I Paesi che hanno avuto successo negli aggiustamenti di bilancio e nelle riforme hanno mitigato gli effetti recessivi di breve termine delle politiche di bilancio. I Paesi in grado di gestire questo mix di politiche hanno la possibilità di ridurre le difficoltà che derivano dal risanamento” conclude Mario Draghi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*