Fitch declassa la Spagna: rating giù a BBB con outlook negativo

L’agenzia internazionale di rating Fitch ha declassato il valore del debito pubblico spagnolo. La Spagna ha subito un downgrade del rating pari a tre gradi, scendendo a BBB, con outlook negativo. E’ questo quello che emerge dal comunicato di Fitch: nella nota emessa, si spiega anche il perchè di questa importante decisione. Un taglio così ampio del rating è da ascrivere alla situazione delle banche spagnole: secondo Fitch, i costi per ricapitalizzre le banceh spagnole saranno molto alti, nel peggiore dei casi potrebbero anche raggiungere i 100 miliardi di euro, cifra pari al 9% del Pil iberico. A questo si aggiunge la previsione per il 2013, che prevede una fase di recessione anche per il prossimo anno. Secondo Fitch, per ricapitalizzare gli istituti di credito spagnolo, servirà una cifra compresa fra 50 e 60 miliardi di euro, ma se le cose dovessero peggiorare, potrebbero anche essere necessari ulteriori fondi, fino ad arrivare, come già detto, ad un totale di 100 miliardi di euro. Questo scenario poi mette la Spagna sempre più a rischio contagio da parte della Grecia. Nei giorni scorsi, il governo spagnolo aveva confermato di aver difficoltà a rifinanziare il proprio debito, altro fattore che conferma la situazione negativa della Spagna. Dall’Unione Europea, fanno sapere di essere pronti a creare un piano di aiuti per la Spagna, come confermato dallo stesso presidente dell’Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, che ha però confermato come la Spagna non abbia fatto nessuna richiesta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*