Fitch, downgrade all’Italia: il rating scende ad A-

Dopo il downgrade effettuato nei giorni passati da Standard & Poor’s, anche un’altra agenzia di rating ha deciso di abbassare il giudizio sul debito sovrano dell’Italia: si tratta di Fitch, che ha comunicato ieri la sua scelta. Il giudizio italiano è stato abbassato di due notch, due livelli: da A+, il giudizio è passato ad A-, con outlook negativo. “La decisione è stata presa in seguito al deterioramento del quadro macroeconomico, e come riflesso della crisi del debito europea” si legge nel comunicato pubblicato dall’agenzia Fitch. “Un’azione più severa sul rating è stata evitata grazie al forte impegno del governo italiano a ridurre il deficit di bilancio e a implementare riforme strutturali, oltre che in virtù del significativo allentamento dei rischi a breve termine nella raccolta di capitali come risultato dell’asta a 36 mesi condotta dalla Bce” si legge nel proseguo del comunicato. Il premier Monti – intervistato a tal proposito – ha spiegato di accogliere tali giudizi con serenità, sottolineando come all’interno delle motivazioni ci siano “molti apprezzamenti per le politiche di questo governo e di questo Parlamento”. La stessa agenzia internazionale di rating Fitch ha abbassato anche il giudizio della Spagna, che è passato da AA- ad A, con outlook negativo, mentre altri downgrade sono stati effettuati nei confronti di Slovenia, Irlanda e Cipro.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*