Fmi: “Alcuni Paesi della zona Euro sull’orlo del baratro”

Banca Centrale Europea, la BCE, e l’FMI (Fondo monetario internazionale) sono concordi nell’affermare che l’Europa debba risollevarsi dalla crisi economica che sta colpendo il vecchio Continente. Le strategie però sembrano diverse. Infatti Jean-Claude Trichet, ha annunciato, fra i provvedimenti che dovranno essere presi, una serie di aste a tasso fisso e liquidità illimitata per i primi mesi del 2011. “Abbiamo esaminato la situazione nel suo complesso. Ho detto e lo ripeto che ci sono state delle tensioni e non farò alcun ulteriore commento su questo fatto”. Qui il riferimento, è all’andamento degli spread dei titoli di Stato sia di Spagna che Italia. Proseguendo la conferenza stampa, tenuta a margine della riunione del Consiglio direttivo a Francoforte, Trichet ha confermato che si tratta di “una valutazione generale che viene fatta che ci siano delle tensioni e questo spiega anche perchè abbiamo deciso di mantenere un volume illimitato nel fornire fondi al sistema nelle nostre aste a una settimana, un mese e tre mesi. Infatti il programma di acquisto dei titoli di Stato europei deciso a maggio è in corso, quindi rimane aperto e sarà commisurato condizioni dei mercati finanziari”, ha concluso Trichet. Ma le dichirazioni più preoccupanti arrivano dal direttore generale dell’Fmi, Dominique Strauss-Kahn. Secondo Strauss-Kahn infatti, alcuni paesi sono sull’orlo del burrone, chi rischia di più è senza dubbio la Grecia e a ruota anche l’Irlanda. Ma ce ne sono anceh altri che devono mantenere una buona situazione di bilancio, per evitare di finire in questa spirale negativa.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*