Fmi, Christine Lagarde: “2012? O guarigione o si rischia una nuova crisi degli anni Trenta”

Il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, è intervenuta a Berlino, in una manifestazione che festeggiava i dieci anni della moneta unica europea, l’Euro. La Lagarde ha voluto spronare le economie europee affinchè possano recuperare il terreno perso nel 2011. Del resto la situazione è in leggero miglioramento, serve una sferzata positiva che possa risollevare l’umore dei mercati, la Lagarde infatti è stata molto chiara. “Il 2012 deve essere l’anno della guarigione, deve essere un’opportunità. Altrimenti possiamo facilmente scivolare in un momento come quello sperimentato negli anni ’30, un momento in cui la fiducia e la cooperazione svaniscono e i Paesi si chiudono al loro interno. Un momento che può tradursi in una spirale al ribasso che può inghiottire l’intero mondo” ha esordito il direttore generale del FMI. Il vero problema è – secondo la Lagarde – capire che non si tratta di una crisi di un singolo stato, ma di una intera area economica. “Siamo in un momento cruciale. Non si tratta di salvare un paese o un’area. Si tratta di salvare il mondo da una spirale al ribasso, evitare un momento come il 1930, in cui la non azione, l’isolamento e la rigida ideologia insieme hanno causato il crollo della domanda globale”.

Pietro Gugliotta

1 Commento

  1. Perche questa qua non va a lavorare la terra e rendersi utile a qualcuno invece di scassare le palle alla gente con opinioni disfattiste?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*