Fmi: cresce la stima per Pil Italia

Il Fondo monetario internazionale (FMI) ha comunicato le nuove stime per gli anni 2010 e 2011: per ciò che riguarda l’Italia, la stima per il Pil 2010 è stata alzata da +0.8% a +0.9%. Viene invece ribassata la stima del Pil dell’Italia per l’anno 2011, scende infatti dal +1.2% a +1.1%. Sempre secondo le stime del FMI, il Pil Mondiale passa da +4.2% al +4.6%, il dato precedente era datato aprile 2010; invariata la stima del Pil mondiale per il 2011, resta infatti a +4.3%. Per quello che riguarda l’area Euro, il Pil del 2010 resta invariato, dunque ancora a +1%, mentre c’è un rialzo per la stima del 2011, passando dal +2.6 a +2.9%. Il presidente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet è poi intervenuto nella consueta conferenza stampa post- annuncio dei tassi d’interesse. “Abbiamo deciso di lasciare invariati i tassi d’interesse perche li consideriamo a livello appropriato. Continuamo a seguire da vicino i dati macro: l’inflazione rimane sotto controllo, e in linea, se non al di sotto delle nostre previsioni. Nel 2010, la ripresa economica continua anche se la non si può considerare stabile me è soggetta a sbalzi. Ogni Paese deve essere cosciente dei propri problemi e deve cercare di fare tutto il possibile per tornare ad auna situazione anticrisi. Saranno necessarie riforme fiscali e, in alcuni casi strutturali per far si che alcuni Paesi riducano drasticamente il deficit”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*