Fmi, report sull’Italia: “Ripresa fragile, male la disoccupazione”

fondo-monetario-internazionaleSi è chiusa da poco la missione italiana del Fondo Monetario Internazionale: il report che è stato redatto ovviamente non può essere dei più positivi. Secondo gli ispettori del Fmi, l’Italia mostra una ripresa fragile, accompagnata da un livello di disoccupazione inaccettabile. Questa, in estrema sintesi, la visione che l’FMI ha del nostro Paese. Il Fondo Monetario Internazionale, a tal proposito, ha dunque chiesto interventi di politica economica rapidi e coraggiosi, interventi che dovranno sbloccare la produttività ed il potenziale di crescita del nostro Paese. Secondo il FMI, c’è comunque qualcosa di positivo: partiamo dal lavoro del premier Renzi. Gli ispettori del FMI hanno parlato di “un programma ambizioso per riformare la legge elettorale, il mercato del lavoro, il sistema giudiziario e il settore pubblico prioritario”, sicuramente un aspetto positivo. Per sostenere la ripresa, servirà un intervento sul bilancio: bisogna infatti ridurre le aliquote fiscali ed aumentare la spesa produttiva. La delega fiscale – spiegano dal FMI – rappresenta “un quadro apprezzabile per semplificare e migliorare il sistema fiscale”. Dunque secondo il FMI, il lavoro del premier Renzi e della sua squadra può essere certamente promosso. Ne è convinto anche Pier Carlo Padoan, ministro dell’Economia, che ha commentato in maniera soddisfatta il report del Fondo Monetario Internazionale. “Il Fmi riconosce il ruolo fondamentale che le riforme avviate dal governo Renzi hanno nel riportare la crescita su un sentiero di crescita più robusto. Non ci hanno dato i pieni voti, ma sono buoni” spiega Padoan.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*