Forex: Cambio Euro Dollaro oggi 12 Ottobre, toccati i minimi da Luglio

All’apertura odierna dei mercati il biglietto verde leggermente in calo rispetto a ieri. Si attendono con impazienza i verbali dell’ultimo vertice della Federal Reserve. Nonostante questo la valuta statunitense rimane forte e vicina ai massimi di sette mesi. Le speranze di un aumento dei tassi di interesse entro fine anno rimangono dunque alte. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,1018, in ribasso dello 0,33%. Traders che operano ancora con la vendita di massa, data per vincente nel breve, medio e lungo periodo.

Forex Cambio Euro Dollaro oggi 12 Ottobre toccati i minimi da Luglio

Forex: Cambio Euro Dollaro, la situazione europea

Se da una parte sono note da settimane le motivazioni che spingono il biglietto verde verso l’alto, cerchiamo di capire dall’altro cosa indebolisce la moneta unica.

Innanzitutto, rispetto al primo trimestre del 2016, l’Euro continua a mantenere il 2% guadagnato sul biglietto verde. La coppia EUR/USD risente comunque dell’andamento generale del mercato valutario. La divisa americana si è infatti rafforzata, nelle ultime settimane, contro tutte le valute rivali.

Un fattore importante da considerare è però la delusione nei confronti della politica monetaria della BCE. A ciò si aggiungono le tensioni politiche interne dei vari membri dell’Eurogruppo.

 I timori degli investitori sono infatti concentrati anche sul referendum italiano del 4 dicembre e sulle votazioni in Olanda, Francia e Germania del 2017.

Alcuni analisti ipotizzano che i mercati potrebbero vivere un vero e proprio “caso Italia”. Se vincesse il NO, infatti, l’attuale governo potrebbe avere grosse difficoltà nel procedere con le riforme volute da Bruxelles. Non è escluso che il primo ministro Renzi potrebbe anche essere costretto a dimettersi. Dunque, da una parte FED e dall’altra molte tensioni interne, stanno influenzando i trend dei vari asset valutari.

Investimenti: previsioni per l’ultimo trimestre 2016

Per la verità, il sentiment di fiducia dello Zew ha fatto registrare dati positivi sia sull’economia tedesca sia per quella europea.

Tuttavia, la coppia EUR/USD continua a scendere. Nel frattempo, infatti, sono salite al 68% le possibilità di un rialzo dei tassi di interesse USA da parte di FED a Dicembre. Le statistiche assegnano invece il 20% delle possibilità di rialzo nel mese di Novembre.

Ad ogni modo, tutto lascia pensare che la situazione si sbloccherà entro la fine del trimestre. Anche le elezioni presidenziali USA avranno un peso sull’asset valutario. Hillary Clinton ha staccato Donanld Trump dell’11% dopo il secondo confronto di domenica scorsa.

Cambio Euro Dollaro che dunque sembra destinato al ribasso anche nei prossimi mesi, a meno che non si verifichino svolte attualmente inaspettate.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*