Forex: Cambio Euro Dollaro oggi 13 Ottobre, Borse deboli

Apre al rialzo la coppia EUR/USD nella seduta odierna di mercato. Il dollaro si indebolisce lievemente, così come il petrolio. Il rapporto di ieri della Federal Reserve non ha sortito gli effetti sperati. Tra i vertici dell’istituto è sempre più evidente una spaccatura. Il rialzo dei tassi di interesse ci sarà presto, ma ancora non si sa quando. Salgono le quotazioni per Dicembre. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,1017 e sostanzialmente in equilibrio, con una leggera inclinazione verso il ribasso.

Forex Cambio Euro Dollaro oggi 13 Ottobre Borse deboli

Forex: Cambio Euro Dollaro, i verbali del FOMC

I mercati hanno atteso nervosi tutto il giorno, ieri, i verbali dell’ultima riunione del FOMC. I dati sono stati pubblicati in serata, come previsto.

Da quanto emerge, il rialzo dei tassi di interesse USA è vicino. Tuttavia, è probabile che nessuna operazione verrà annunciata nella riunione di Novembre. Dunque rimangono alte le possibilità del rialzo a Dicembre.

Ciò che però desta preoccupazione è la spaccatura all’interno di FED. Detto in parole semplici, la politica accomodante di Janet Yellen non è più ben vista dai responsabili della politica monetaria. Già a Settembre tre banchieri si erano dissociati dalla numero uno dell’istituto, votando a favore di un rialzo immediato.

Per quanto rimanga alta la fiducia per il rialzo entro fine anno, tuttavia nel verbale si legge che “la stretta monetaria avverrà relativamente presto, ma senza indicazioni ulteriori sul quando.

I sostenitori della politica di Yellen giustificano tutto questo con la crescita economica ancora troppo lenta, seppur positiva. Ad ogni modo, l’intervento a Dicembre sale quasi al 70%. Anche perché era chiaro già prima che la banca centrale statunitense non avrebbe affiancato alle elezioni presidenziali un tale provvedimento.

Investimenti: incertezza sulla coppia EUR/USD

Dopo l’uscita dei verbali FED, il biglietto verde e la moneta comunitaria si mantengono essenzialmente stabili. Tuttavia, i grafici di analisi tecnica mostrano come la valuta europea sia letteralmente crollata, nelle ultime due settimane, contro il rafforzamento della divisa americana.

Gli analisti, in ottica ribassista, individuano la soglia psicologica dell’1,10. Tra oggi e domani si vedrà se i verbali FED potranno influenzare il cross valutario verso un ulteriore ribasso.

L’acquisto è attualmente favorito nel breve periodo. Vendita di massa, invece, per il medio e lungo termine. La mattinata continua ad essere caratterizzata da piccole, ma significative oscillazioni. Cambio Euro Dollaro dunque per ora fermo, con la moneta comunitaria che tenta di resistere alla spinta del biglietto verde.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*