Forex: Cambio Euro Dollaro oggi 18 Ottobre, inflazione USA sale

Inflazione USA sale al massimo di due anni nel mese di settembre. La moneta comunitaria apre al rialzo la seduta odierna di mercato, salvo poi riscendere a fronte della pubblicazione dei nuovi reports. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0988, giù dello 0,9%. In mattinata la divisa americana si è mostrata piuttosto debole. Nel complesso, l’inflazione negli Stati Uniti sale dello 0,3%. L’economia americana si sta dunque muovendo verso l’obiettivo della Federal Reserve, sulla quale ora la cala pressione sul rialzo dei tassi.

Forex Cambio Euro Dollaro oggi 18 Ottobre inflazione USA sale

Forex: Cambio Euro Dollaro, pubblicato nuovo report sui prezzi al consumo

I dati ufficiali di oggi Martedì 18 Ottobre rivelano che l’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti è aumentato. Toccati i massimi degli ultimi due anni. Cala invece inaspettatamente l’inflazione core.

Scendendo nei dettagli, i prezzi al consumo sono saliti dello 0,3%.

Queste statistiche allentano la pressione sulla Federal Reserve per il rialzo dei tassi di interesse. Inoltre, occorre segnalare che l’obiettivo dell’istituto di credito centrale degli USA rimane un’inflazione core leggermente inferiore al 2%.

Dopo la lettura dei dati, i futures dei titoli azionari USA puntano al rialzo. Salgono anche oro e petrolio.

A livello generale, dunque, i mercati sono deboli, ma l’inflazione recupera. Le previsioni su base annua dei giorni scorsi vengono quindi tutte rispettate.

Ieri, il numero due della Federal Reserve Stanley Fischer aveva ribadito i fattori che giustificano i tassi bassi. Tra questi, le prospettive di crescita in rallentamento, la produttività debole, ma anche l’invecchiamento della popolazione.

Tuttavia, Fischer non ha mancato di sottolineare che secondo il suo punto di vista non vi sono rischi d’instabilità finanziaria.

UE: la Manovra Italia arriva in commissione europea

Nel frattempo, sul fronte europeo, oggi è la giornata della Manovra italiana. Il Progetto di bilancio dell’Italia arriva ai vertici di Bruxelles per l’esame prima dell’approvazione.

A quanto pare, il giudizio dell’Authority dei conti pubblici italiani sarebbe positivo. Scetticismo invece sulla valutazione di Bruxelles.

Nel documento viene spiegato l’aumento dell’obiettivo di deficit/Pil al 2,3%. Lo stato italiano ha dovuto infatti affrontare spese extra. Come i costi sull’immigrazione e quelli legati al recente terremoto ad Amatrice.

Il Progetto prevede poi una serie di riforme, tra cui diverse ancora da spuntare, come ad esempio il referendum del 4 Dicembre.

L’Italia cerca dunque l’intesa con l’Eurogruppo, anche se la reazione dell’UE appare per ora piuttosto fredda.

Cambio Euro Dollaro per ora ancora in calo. La difficile situazione europea non consente di fare previsioni rosee per il futuro della valuta comunitaria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*