Forex: Cambio Euro Sterlina oggi 13 Ottobre, Pound in caduta libera

Continua la discesa del Pound britannico contro le principali valute mondiali. Gli investitori mostrano totale sfiducia sulle dure parole di Theresa May. Hard Brexit sempre più probabile, anche se ieri il Parlamento ha dato cenno di protesta contro la politica del primo ministro inglese. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,9047, in rialzo dello 0,24%. Era dai tempi della Regina Vittoria che la moneta britannica non toccava livelli così bassi. I fautori della Brexit continuano a sostenere che il turismo e il commercio aiuteranno la nazione. Tuttavia, i numeri dicono che il Regno Unito importa più di ciò che esporta.

Forex Cambio Euro Sterlina oggi 13 Ottobre Pound in caduta libera

Forex: Cambio Euro Sterlina, il nuovo volto dell’Inghilterra

I primi mesi dopo il referendum sono trascorsi in una sorta di limbo per il Regno Unito. Al contrario delle previsioni, nessun tracollo, nessuna tragedia. Poi Theresa May è salita sul palco e ha annunciato l’apertura (o la chiusura!) del sipario. E il volto della Gran Bretagna fuori dell’Europa inizia a delinearsi.

La visione della nuova società britannica della Ministra inglese non ha dei connotati positivi a dire il vero. La sua politica dura e conservatrice sta creando spaccature e grossi timori da parte delle aziende. Parte di queste ultime sono già in fuga dal Paese.

E’ pur vero che, da un altro punto di vista, i turisti e gli esportatori europei vanno e vengono che è una bellezza. Ma non basta. Il disavanzo commerciale è troppo alto.

Il Parlamento ha alzato la testa e firmato una mozione contro l’Hard Brexit della May. In prima fila, il sindaco di Londra, pressato dai colossi finanziari.

Il punto cardine rimane la libera circolazione. La May dice no, Bruxelles ribatte che se sarà no allora si chiuderanno per la nazione le porte del mercato unico. Si preannuncia una lotta all’ultimo sangue. La sterlina sembra già soccombere.

BCE: modifiche al QE?

Nel frattempo, sul fronte europeo, l’istituto guidato da Mario Draghi è chiamato a rivedere alcuni punti del piano di stimoli monetari.

In occasione del Direttivo della prossima settimana potrebbero essere discusse alcune modifiche al programma di acquisti di bond.

Qualche decisione importante potrebbe essere presa entro fine anno, ma non prima di Dicembre. Draghi e colleghi sono chiamati a capire se estendere il QE oltre marzo, prima di pensare ad eventuali modifiche. Nodo chiave sarà il ruolo della Germania. Se la BCE riducesse l’acquisto di bond tedeschi, gli attriti tra il Paese e i vertici UE potrebbero inasprirsi ancor di più.

Cambio Euro Sterlina dunque condizionato più dalla debolezza britannica che dalla forza europea.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*