Forex: Cambio Euro Sterlina oggi 17 Ottobre, pericolo per il Pound

Torna in trend nettamente positivo la quotazione della coppia valutaria EUR/GPB. Pound britannico dunque sempre sull’orlo della crisi. Per la moneta comunitaria si attende la riunione della BCE di giovedì per testare il rafforzamento. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,9047, su dello 0,49%. La seduta odierna apre e prosegue con l’acquisto di massa per l’asset. Sia nel breve che nel lungo termine. Sterlina in calo anche contro le altre principali valute rivali.

Forex Cambio Euro Sterlina oggi 17 Ottobre pericolo per il Pound

Forex: Cambio Euro Sterlina, le previsioni di Jim Rogers

Il famoso imprenditore e investitore statunitense Jim Rogers, nell’ambito di un’intervista alla BBC, si è soffermato sulla difficile situazione del Regno Unito.

Secondo l’esperto, il valore della valuta britannica potrebbe crollare a meno un dollaro nel giro di tre anni. Qualora invece la Scozia dovesse separarsi dalla Gran Bretagna, il declino allungherebbe di un ulteriore anno il suo completamento.

Proprio nei giorni scorsi, peraltro, il Primo Ministro scozzese Nicola Sturgeon si è espresso in favore dell’uscita dal Regno Unito della propria nazione.

Rogers è convinto che il ruolo della Scozia sia determinante. Qualora dovesse avvenire il divorzio, l’Inghilterra potrebbe perdere anche il petrolio. L’investitore statunitense dichiara di non vedere alcun elemento, al momento, che possa far rialzare la sterlina.

E’ già appurato che Londra si ritroverà a subire una forte pressione fiscale da parte di Bruxelles. L’Europa sembra infatti decisa ad attrarre fuori dalla Gran Bretagna le principali multinazionali con sede nel regno.

All’interno del Parlamento inglese non si riescono a trovare posizioni maggioritarie in merito alla futura politica monetaria. Inoltre, già parecchie banche americane hanno iniziato a trasferire i propri investimenti al di fuori dei confini britannici.

Quotazione EUR/GPB: fin dove può spingersi il rialzo?

La scorsa settimana, un errore di un algoritmo e la scarsa liquidità del mercato notturno hanno portato l’asset valutario composto da Euro e Sterlina a raggiungere massimi che non si vedevano dal 2009. Pur correggendo immediatamente il tiro, la moneta britannica ha subito comunque fortissime pressioni durante tutta la settimana.

I grafici di analisi tecnica mostrano che dal 2008 al 2015 la coppia ha viaggiato al ribasso, per poi ritracciare sugli stessi valori. Il massimo assoluto di questa sequenza è 0,980. Avendo superato anche il target di 0,940, il cambio Euro Sterlina potrebbe presto portarsi al di sopra della successiva resistenza fissata a 0,964.

La spinta rialzista potrebbe dunque proseguire decisa e le attuali operazioni degli investitori mostrano proprio la forza di questa ipotesi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*