Forex: Cambio Euro Sterlina oggi 23 Ottobre, Pound in negativo

Nonostante la coppia EUR/GPB abbia chiuso al ribasso l’ultima seduta della settimana, per la moneta britannica le previsioni rimangono negative. Nel complesso, la valuta del Regno Unito ha perso il 18%, da Giugno ad oggi. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,8885, giù dello 0,38%. Tuttavia, l’ultimo consiglio UE, con il quale Mario Draghi ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse, non ha giovato alla moneta comunitaria. La paura di una Hard Brexit rimane comunque alta. Immigrazione e mercato unico rappresentano i nodi centrali del difficile accordo tra Londra e Bruxelles.

Forex Cambio Euro Sterlina oggi 23 Ottobre Pound in negativo

Forex: Cambio Euro Sterlina, pessimismo Brexit

In questo momento, la sterlina risulta piuttosto debole e sensibile. Tanto che gli investitori hanno quasi difficoltà a seguire il crollo della valuta. Nonostante i dati economici britannici complessivamente positivi, la moneta inglese è sempre più in difficoltà. Più che mai.

L’ultimo schiaffo a Londra è arrivato dal presidente dell’UE Donald Tusk, che ha affermato che non ci saranno pre-negoziati prima dell’attivazione dell’articolo 50. La linea dell’Eurogruppo rimane dunque dura nei confronti dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione.

Tuttavia, Theresa May aveva mostrato più flessibilità nei giorni scorsi. Il Primo Ministro britannico ha dichiarato la necessità di scendere a compromessi. E che il governo vuole mantenere l’accesso al mercato unico.

Si schiera sulla linea dura contro Londra anche il Presidente francese François Hollande. Tutto ciò contribuisce ad accrescere il pessimismo sul futuro della moneta britannica.

Sul fronte Europa, però, la situazione non è delle migliori. I prezzi alla produzione in Germania hanno deluso le aspettative. Grecia e Portogallo ancora in difficoltà. Italia alle prese con una nuova manovra economica che potrebbe non essere approvata dai vertici dell’Eurogruppo. Infine il referendum costituzionale, già causa di forti tensioni politiche all’interno del Bel Paese.

Qualità della vita: dove dovrebbero vivere i giovani?

Recenti statistiche rivelano una situazione economica globale paradossale. L’Italia finisce dietro Romania e Costa Rica nella classifica dei Paesi più adatti alla vita dei giovani. A supporto di questa tesi, del resto, la fuga in massa dei ragazzi italiani dalla propria patria.

Secondo il report in questione, il paradiso si chiamerebbe Germania. Seguono Danimarca e Australia. Gli USA, sorprendentemente, non occupano una posizione di rilievo.

Questi dati mostrano le crescenti difficoltà delle potenze economiche storicamente più forti.

Il Cambio Euro Sterlina, effettivamente, risente più di tutti di questa situazione paradossale e difficile. La preoccupante discesa delle due valute è un chiaro sintomo che la crisi economica mondiale è tutt’altro che alle spalle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*