Fornero: “Non possiamo far pagare l’onere del debito sulle generazioni future”

Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, è intervenuta nei giorni scorsi al forum che il Corriere della Sera ha organizzato: un forum che voleva essere l’occasione per fare il punto della situazione su diversi temi, oltre che importante per dare la possibilità di confronto a diverse voci. Il ministro Fornero ha subito tenuto a precisare che il suo impegno in questo Governo, non può essere ridotto alla sola riforma dell’articolo 18. “Non sarò io il ministro ad aver riformato soltanto l’articolo 18. Abbiamo trovato un buon equilibrio in termini di politiche attive per la ricollocazione sul mercato, sulla riforma degli ammortizzatori sociali, su una maggiore flessibilità in uscita per aumentare la produttività, incoraggiare gli investimenti e attrarre capitali dall’estero. Vorrei essere ricordata per questo” esordisce la Fornero, che poi punta il prossimo tema, il debito pubblico. “Non possiamo far pagare l’onere del debito sulle generazioni future” ha dichiarato il ministro, spiegando come sia importante dare una direzione di equità intergenerazionale alla riforma del lavoro, in modo da scoraggiare il precariato. Il ministro Fornero ha poi ipotizzato un futuro taglio delle aliquote contributive, un taglio che verrà effettuato nel futuro, perchè al momento non ci sono le risorse, dunque si finirebbe per appesantire ulteriormente il debito pubblico.

1 Commento

  1. é  vero …  brava Elsa…  basta che scodinzoli ancora un pò e fai licenziare tutti gli occupati, anzi no, gli statali meglio lasciarli in servizio, tanto vediamo tutti i giorni su striscia la notizia quanto si danno da fare….   
    Se fai licenziare tutti ma proprio tutti (i dipendenti privati) sai quanti posti liberi si vanno a creare per le generazioni future?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*